politica, partito democratico, berlusconi, società, gabriele gianni, gabrielegianni politica, partito democratico, berlusconi, società, gabriele gianni, gabrielegianni gabrielegianni | Il Cannocchiale blog Profilo Facebook di Gabriele Gianni
.
Annunci online

... quasi giornalista militante
FARE IL POLITICO E’ UN MESTIERE E VOGLIAMO SOLO PROFESSIONISTI.
post pubblicato in diario, il 11 giugno 2009

pdTutti i giovedì sera alle 21.00. In molti ritardano un pò, parecchi non arrivano. A volte Danilo ha il turno di notte, Luca arriva spesso tardi dal lavoro e dobbiamo andarlo a chiamare a casa e farlo uscire di corsa ancor prima di prendere il caffè.

Ci dobbiamo preoccupare di pagare l’affitto, di stampare e attacare manifesti. I soldi non bastano mai e alla fine di politica si parla poco, ma ci piace perchè siamo amici, ci conosciamo da parecchio e lavorando duro siamo riusciti a far crescere il nostro piccolo circolo PD.

La sera in cui abbiamo chiuso la campagna elettorale delle Europee è anche venuto Zingaretti, erano tutti felici perchè finalmente uno famoso era venuto lì da noi a farci un saluto di appena 15 minuti, ma 15 minuti bellissimi per tutti coloro che nel PD ci credono e ancora ci tengono alla loro piccola sezione.

Faccio parte del popolo dei circoli, quelli che a volte smettono di lavorare, di studiare, lasciano la moglie o la ragazza a casa per andare al circolo (che per me è ancora la “sezione”). Ho contribuito insieme a un’altra decina di persone a far crescere il PD nel mio territorio. E modestamente ci siamo riusciti proprio bene.

Non è facile per quelli come noi andare avanti, perchè non lo facciamo per lavoro eppure quasi ogni giorno dobbiamo difendere il partito dagli attacchi di persone che non credono più, o non hanno mai creduto nella politica, persone che ci fermano per strada, al bar, in piazza…

E’ faticoso organizzare le cene, andare a fare attacchinaggio, pulire il circolo e tenere tutti daccordo. Ma è un lavoro che abbiamo sempre fatto volentieri perchè nel Partito ci crediamo veramente.

Mi piange il cuore quando vedo tutto il mio lavoro gettato all’aria, quando nelle candidature si scelgono persone solo perchè sono al momento giusto e al posto giusto. Come è stato stavolta per Debora Serracchiani, come fu per Marianna Madia e per molti altri. Io lavoro per quelle persone che vengono dal basso, che hanno intrapreso una carriera politica seria, seguendo tutte l etappe necessarie, che si sono fatti le ossa nelle sezioni e che qualche volta hanno attaccato manifesti appiccicandosi tutti con quella maledetta colla.

Voglio che siano candidati solo coloro che ci credono come ci crediamo noi dei Circoli, che vengano dal partito, che credano nel partito.

MAI PIU CANDIDATURE FATTE ALLA LEGGERA, VOGLIAMO POLITICI VERI.

FARE IL POLITICO E’ UN MESTIERE E VOGLIAMO SOLO PROFESSIONISTI.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PD Serracchiani Madia

permalink | inviato da gabriele.gianni il 11/6/2009 alle 13:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Secondo voi Berlusconi e Noemi...
post pubblicato in diario, il 30 maggio 2009

noemi letizia

Allora, apriamo un bel sondaggio:

"Secondo voi Berlusconi e Noemi..."

Fatevi sotto!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Noemi Berlusconi Letizia minorenne

permalink | inviato da gabriele.gianni il 30/5/2009 alle 0:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Lettera aperta a Mario Adinolfi.
post pubblicato in diario, il 26 maggio 2009

adinolfiPosto che abbiamo importanti obiettivi da raggiungere, che dobbiamo lottare perchè siamo giovani e vogliamo "contare", posto che questo partito fa acqua, io mi chiedo una cosa sola, semplice e limpida...

Può essere che l'unico modo per portare avanti la nostra Idea sia ricandidarti ancora???

Abbiamo creduto in te quando ti sei candidato a Roma, quando ti sei candidato segretario contro Veltroni e quando ti sei candidato alle politiche (anche se lì avevamo poco da fare).

Ora non ti sembra di esagerare?

Finora è stato tutto controproducente, non abbiamo portato a casa neanche un risultato!

Anche al tavolo da poker si arriva al punto in cui ci si rende conto che è il momento di alzarsi o di cambiare strategia.

E' FORSE ARRIVATO IL MOMENTO DI FARLO: CAMBIARE, CREDERE UN POCO IN CIO' CHE C'E' E INVECE CHE CERCARE LO SCONTRO MAGARI ANDARE AL COMPROMESSO, RIUSCIRE A RAGIONARE DEMOCRATICAMENTE PUO' FUNZIONARE PERCHE' QUELLO CHE VOGLIAMO E' GIUSTO.

Pensaci.
Capirci tutto... o quasi.
post pubblicato in diario, il 25 maggio 2009
Consiglio a tutti di leggere "La Morte a Venezia" di Thomas Mann
per capire qualcosa del caso Letizia... per me potrebbe schiarire le idee a molti.
E' stato fatto anche un mitico film da Luchino Visconti:


leggete leggete che fa bene!!!!
Le grandi aziende non hanno un'anima...
post pubblicato in diario, il 4 maggio 2009


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fazio fininvest bongiorno

permalink | inviato da gabriele.gianni il 4/5/2009 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Brunetta VS Bignardi
post pubblicato in Idee, il 28 aprile 2009
Premetto che mi stanno parecchio sulle scatole entrambi... Brunetta fa incavolare la Bignardi che con i suoi modi da acidona se la prende a morte e sfruttando gli applausi del pubblico e il suo sorriso forzato lo vuole rendere il più ridicolo possibile... aiutata dallo stesso Brunetta che a fare il ridicolo è un professionista.

Esempi di pochezza televisiva:




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bignardi Brunetta Era Glaciale

permalink | inviato da gabriele.gianni il 28/4/2009 alle 10:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
work in progress...
post pubblicato in diario, il 27 aprile 2009
ciao a tutti!

ultimamente ho scritto poco ma ho lavorato parecchio...!

ho fatto un sito :                    www.kiwicomunicazione.com     ---- ho cominciato a lavorare ^^.

e ne sto facendo un altro:     www.nuovagalleria.com             --- continuo a lavorare!

ciao a tutti!  



permalink | inviato da gabriele.gianni il 27/4/2009 alle 0:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Buona Pasqua
post pubblicato in diario, il 12 aprile 2009
Colgo l'occasione per fare a tutti, ma proprio tutti gli auguri di buona pasqua.
Mi scuso con quei pochi che ancora leggono il blog i non essere stato presente ma è stato un periodaccio compreso tra università, esami e circoloPD.

A parte questo come ho già detto molte volte: prometto che tornerò!

Ciao Ciao

PS : Ma Adinolfi come fa?!?



permalink | inviato da gabriele.gianni il 12/4/2009 alle 9:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Io Lo cito:
post pubblicato in diario, il 24 marzo 2009
"Una democrazia che ruota intorno ad una sola persona è una democrazia fragile"

Massimo D'Alema

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. massimo d'alema

permalink | inviato da gabriele.gianni il 24/3/2009 alle 21:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Fortapasc - Risi
post pubblicato in diario, il 22 marzo 2009


Andatelo a vedere! E' una storia che farebbe bene a molti, soprattutto quelli che non leggono i giornali...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fortapasc risi

permalink | inviato da gabriele.gianni il 22/3/2009 alle 11:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CONTRO PUBLITALIA.
post pubblicato in diario, il 16 marzo 2009
MediasetSono sconvolto da quello che ho letto sull'Espresso di questa settimana. Pare che Mediaset, in barba alla crisi, stia macinando milioni di euro dalle pubblicità, alla faccia della Rai che pare perda terreno (e noi paghiamo il canone!).

Non voglio dire che la presenza di Berlusconi come presidente del consiglio voglia dire qualche cosa, ma chi può negare che le campagne per la pubblicità progresso si sono "miracolosamente" spostate verso le tv private?

Nessuno.

Anche i più grossi investiori pubblicitari prediligono le TV Mediaset... dato che la mano che le possiede gestisce anche l'Italia (e mica è poco!).

Per questo decido di colpire Berlusconi sul vivo: mi guarderò bene dall'acquistare qualunque prodotto verrà publicizzato sulle reti Mediaset. Non dico che non comprerò più quel prodotto, ma se potrò non lo farò.

Sono sicuro che questo sarà lo sgarbo più grande che possa fare al Cavaliere, dato che le parole, i fatti non lo scalfiscono.

Comincia da qui la mia piccola personale battaglia contro Berlusconi, per migliorare l'Italia.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mediaset berlusconi publitalia

permalink | inviato da gabriele.gianni il 16/3/2009 alle 21:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Io ci credo... in Prodi!
post pubblicato in diario, il 15 marzo 2009
Sono completamente daccordo con Romano Prodi, intervistato in questo momento (mentre scrivo) da Fabio Fazio a "Che tempo che fa".

Finalmente qualcono ha detto che i partiti hanno un disperato bisogno di una struttura democratica (come tralaltro sta scritto sulla costituzione), per far uscire fuori qualche nome nuovo al di fuori della solita nomenklatura (e magari pure giovane!).

Ha anche raccontato di quello che Mastella disse prima di far cadere il governo, facendo cadere il velo di ipocrisia che era stato montato intorno alla figura del Giuda di Ceppaloni.

MASTELLA HA FATTO CADERE IL GOVERNO PERCHE SI SENTIVA MINACCIATO DAL PD!

E lo hanno pure ricandidato. Da voltastomaco.

Spero che il rinnovo della tessera di Prodi voglia dire qualcosa di grande per il PD.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Prodi

permalink | inviato da gabriele.gianni il 15/3/2009 alle 21:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Prometto che tornerò
post pubblicato in diario, il 28 febbraio 2009
Ciao a Tutti, mi scuso perchè ho praticamente abbandonato il blog... ma è stato un periodaccio, ho passato un sacco di tempo a studiare per dare esami e a seguire il PD della mia borgata (Osteria Nuova - Roma).

Prometto che appena possibile mi rimetterò al lavoro.

Ma Adinolfi come farà?

Gabriele

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Scusate

permalink | inviato da gabriele.gianni il 28/2/2009 alle 17:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Nuove carceri?
post pubblicato in diario, il 26 novembre 2008
alfano Pare che il ministro Alfano abbia finalmente messo mano alla situazione carceri italiana. A differenza del passato governo ha deciso di orientarsi verso una politica di ampliamento dei posti disponibili anzichè, come al solito, andare nella direzione dell'indulto e della depenalizzazione.

L'unico depenalizzato risulta infatti il presidente del Consiglio e le alte cariche dello stato (vedi legge Alfano).

Il problema è che nel pacchetto presentato pare si sia ventilata la possibilità di costruire le nuove carceri utilizzando anche fondi privati.

Ciò è gravissimo! Immaginate cosa vuol dire far impegnare degli imprenditori nella detenzione di malviventi.

Se per guadagnare essi tagliassero su cosa taglierebbero?

Immaginate che si decida di risparmiare sugli spazi, sul controllo o in generale sulla qualità della vita dei detenuti. Sarebbe troppo facile speculare sulla vita di chi sta saldando il suo debito con la giustizia.

Bisogna evitare che vengano messe le mani dei privati sul sistema carcerario. Sono seriamente preoccupato.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alfano

permalink | inviato da gabriele.gianni il 26/11/2008 alle 22:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Bravo Di Carlo che si è prontamente dimesso...
post pubblicato in diario, il 25 novembre 2008
Di CarloFaccio i miei complimenti a Di Carlo per la prontezza della decisione di lasciare la delega ai rifiuti.

Beninteso che non è bene che un assessore abbia la delega sui rifiuti quando questi fanno guadagnare un "amico" che detiene il monopolio delle discariche (presenti e future) di Roma.

Comunque l'errore è stato quello di parlare davanti ad una telecamera senza essere certo che fosse spenta, fidarsi del giornalista che continua a fare domande pur sostenendo che l'intervista fosse finita. E' un errore fatto per stupidità ed eccessiva sicurezza di se stesso, per fortuna nostra il torbido è riemerso.

Voglio poi augurarmi che l'assessore venga multato, in quanto nelle riprese si vede nitidamente che stava fumando all'interno dei locali presumibilmente all'interno della regione Lazio.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Di Carlo

permalink | inviato da gabriele.gianni il 25/11/2008 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Nel PSE? Democraticamente ai voti!
post pubblicato in diario, il 23 novembre 2008

Chiedo che nel PD si risolva l'annoso problema della collocazione internazionale mediante una DEMOCRATICA votazione aperta a tutti gli iscritti.

Non interessano le modalità, purchè si voti. Mi pare il minimo!

Io voterò per il PSE
(dato che sono di sinistra)




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PSE

permalink | inviato da gabriele.gianni il 23/11/2008 alle 19:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Povero Villari.
post pubblicato in Idee, il 20 novembre 2008
Villari (ansa) Mi fa pena il povero Villari. Accecato dal potere ha pensato di poter fregare tutti, ha creduto di essere l'uomo giusto al posto giusto.

Poteva salvare la faccia ed essere considerato un eroe dentro al suo partito. Poteva dimettersi e tutti lo avrebbero osannato, ci avrebbe guadagnato.

Ha voluto credere alle sirene tentatrici, alle quali poco interessa di chi sei e da dove vieni. A partire dai dalemiani che avevano finto di fare da sponda.

Il Pdl ha addirittura giocato con la commissione Vigilanza, eleggendo Villari e facendogli credere di essere voluto.

E' stato spinto nel tritacarne, il povero Villari, ed ora non lo vuole più nessuno, basti pensare alle parole di Schifani: ''Suo compito concluso, ora si dimetta''. Tutti gridano alle sue dimissioni. E' semplicemente vecchio, passato, eletto evidentemente per fare un"dispetto" all'avversario. Hanno giocatro con la sua vita e con il suo desiderio di potere, forse di comandare almeno per una volta o di contare qualcosa di più.

Ora è finito. Sarà espulso dal PD e perderà quel poco che ha. farà la triste fine di Marco Ferrando, con la differenza che Villari non avrà neanche un piccolo ideale da inseguire.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ferrando schifani villari

permalink | inviato da gabriele.gianni il 20/11/2008 alle 19:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
Vite Straordinarie - un vergognoso spot pro Berlusconi?
post pubblicato in diario, il 19 novembre 2008
guarnieri Sto guardando ora "Vite Straordinarie" su rete quattro. Un programma su Mike Bongiorno che sa parecchio di spot per Berlusconi.

Una presentatrice estasiata intervista il presidente del Consiglio che parla del bene che ha fatto alla tv italiana.

Ma mi chiedo: i teespettatori si rendono conto che stanno assistendo a uno spot politico, in quanto Berlusconi non è un semplice imprenditore italiano ma il capo di un partito politico?

A volte rmango allibito...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vite straordinarie guarnieri

permalink | inviato da gabriele.gianni il 19/11/2008 alle 22:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Bene Villari... ora però coi piedi di piombo!
post pubblicato in diario, il 19 novembre 2008
villari Pare che Villari si dimetta domani in "favore" di Zavoli, o almeno così dice la Finocchiaro. Bene. Veltroni faccia però ora attenzione a  non far passare Berlusconi come l'uomo che ha risistemato la faccenda.

Il rischio è che ora il segretario del PD passi come uno che non riesce a dominare la scena, anzi ha bisogno dell'aiuto dell'avversario per salvarsi. Questo perchè la vicenda è stata gestita dalla maggioranza nella sua totalità...

Se Villari sia stato corrotto non lo sapremo mai... ma io credo di no. E' il desiderio di "contare" che fa fare determinate scelte a qualcuno (nonostante Villari mi stia pure simpatico!)

Bisogna infatti ricordarsi che Villari è stato eletto con i voti della maggioranza (e di due franchi tiratori che vorrei proprio sapere chi sono...). L'elezione è stata dunque un atto ignobile volto a minare quel poco di stabilità che negli anni si è consolidata ( la vigilanza all'opposizione).

Quindi la maggioranza è COLPEVOLE di aver volutamente messo in difficoltà l'opposizione sfruttando la sua posizione e fregandosene del passato in cui la regola della Vigilanza era sempre stata rispettata (il centro-sinistra si disse disponibile a votare Storace!)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. villari zavoli veltroni

permalink | inviato da gabriele.gianni il 19/11/2008 alle 20:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Attenti al lupo! - Villari, Berlusconi, Veltroni come finirà?
post pubblicato in diario, il 18 novembre 2008

 villari
Pare che Sergio Zavoli vada bene a Berlusconi. Il vecchio volpone ha ritrovato la voglia di attaccare l'avversario e sfasciare tutto.

Questa volta spero che Veltroni non ci caschi e trovi un modo serio per evitare la batosta.

E' stato durissimo il colpo dato alla sinistra facendo eleggere Villari, un uomo che non pare abbia nessunissima voglia di dimettersi (creando una crepa immensa nelle file del PD).

La convergenza su Zavoli potrebbe dare oggi il colpo di grazia alla traballante opposizione, dato che il senatore neo-eletto difficilmente si scollerà dalla poltrona e a rimetterci sarà solo il segretario del PD che dimostrerà di non controllare i suoi e di non essere una vera prima voce nel suo partito.

Berlusconi invece farà la figura del signore (pur essendo colpevole politicamente dell'accaduto), perchè, anche se tardi, pare abbia trovato un nome che dovrebbe andare bene a tutti, ma che realmente alzerà solamente un grosso polverone.

Veltroni rimanga fermo, faccia scorrere gli eventi snza cercare troppo una convergenza col Cavaliere, che è comunque un avversario e non gliene frega nulla, e si occupi di ricucire con Antonio Di Pietro che sta man mano guadagnando posizioni nell'elettorato mostrandosi l'unico vero "nemico del nemico".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. zavoli villari

permalink | inviato da gabriele.gianni il 18/11/2008 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Aggiornamento blog
post pubblicato in diario, il 16 novembre 2008
Dopo incredibili fatiche, mostruose difficoltà e molto, molto, molto tempo ce l'ho fatta... ho aggiornato il mio blog!

alla prossima

gabriele



permalink | inviato da gabriele.gianni il 16/11/2008 alle 22:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Goodmorning mr PRESIDENT.
post pubblicato in diario, il 5 novembre 2008

obamaSi è ritirato, come da sempre avviene quando la sconfitta è netta… nella più grande democrazia del mondo.

E’ Barack Obama il nuovo presidente degli  Stati Uniti d’ America. Gli sono stati attribuiti i 270 grandi elettori che gli garantiranno l’alloggio nei prossimi anni presso la Casa Bianca.

Sono state incredibili le vittorie del giovane candidato nero che sembra essere riuscito ad unire sotto la sua bandiera la stragrande maggioranza dei cittadini USA ottenendo il 52% dei voti in una delle tornate elettorali con più votanti registrata da parecchi anni a questa parte; ricucendo in maniera netta il rapporto voti ottenuti-grandi elettori, che consentì al primo Bush di diventare presidente senza la maggioranza assoluta dei voti favorevoli.

Il vecchi McCain in realtà credo che non abbia mai creduto nella vittoria (e lo ha scontato), è stato travolto dall’ondata democratica. Egli ha scontato gli anni di presidenza Bush che a guardarsi indietro hanno portato alla rovina l’America sana e stabile lasciata da Bill Clinton.

Era dunque inevitabile una vittoria democratica? Non possiamo dirlo, ma certamente sul piatto della bilancia, guardando alla storia recente riscontriamo che i democratici hanno un trascorso più brillante dei loro concorrenti repubblicani.

Ha anche fortemente pesato il programma politico Obamiano, orientato alla sanità pubblica, al ritiro delle truppe dall’Iraq e dall’investimento sulle energie rinnovabili.

La sanità pubblica è un tema vecchio, che si ripropone ogni dodici tredici anni in America, molto sentito dalla popolazione a basso e medio-basso reddito.

Il ritiro delle truppe dall’Iraq chiude l’era della paura del terrorismo, che ha influenzato gran parte delle scelte strategiche americane dal 2001 ad oggi, giustificando una politica eccessivamente orientata alle armi che a lungo andare è stata percepita come “fatta sulla pelle dei soldati”, con costi umani ed economici imponenti).

L’investimento sulle rinnovabili è un tema presente in molti programmi elettorali odierni, ma sull’America attuale assume i connotati di un nuovo indirizzo per i mercati finanziari che pare stiano spostando capitali proprio in quella direzione (e forse gonfiando una nuova bolla speculativa).

Oltre al messaggio contenuto nel suo programma vi è però un senso nuovo, assunto da un candidato-simbolo dell’America che sta cambiando: ad Obama è stato assegnato l’arduo compito di mantenere uno stato deragliante sui binari delle sfide del XXI secolo rispondendo a tutte quelle sfide lanciate da una nuova globalità, obiettivo mai veramente centrato da J.Bush.

Non ci resta che attendere l’ufficializzazione dell’elezione di Obama a presidente e vedere se egli sarà all’altezza del compito assegnatogli da un’America che crede in lui ad alta maggioranza.

Gabriele Gianni





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. obama

permalink | inviato da gabriele.gianni il 5/11/2008 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Ferrero - nuovo segretario
post pubblicato in diario, il 8 ottobre 2008
<span style="font-family: -webkit-monospace; font-size: 13px; white-space: pre-wrap; ">E' Ferrero, a sorpresa il nuovo segretario del partito “più a sinistra che c'è”: Rifondazione Comunista, egli ha infatti sbaragliato l'altro candidato, il favorito Nichi Vendola.
In pochi al di fuori del congresso avrebbero scommesso su questa paradossale vittoria che ribalta in qualche modo il risultato uscito dalle votazioni nelle sezioni che avevano visto la vittoria, tra le proteste, di Nichi Vendola. Il governatore della Puglia aveva infatti sbaragliato l'avversario ex-ministro nelle urne, pur essendo tacciato di numerose scorrettezze soprattutto al sud.
E' Ferrero, a sorpresa il nuovo segretario del partito “più a sinistra che c'è”: Rifondazione Comunista, egli ha infatti sbaragliato l'altro candidato, il favorito Nichi Vendola.
In pochi al di fuori del congresso avrebbero scommesso su questa paradossale vittoria che ribalta in qualche modo il risultato uscito dalle votazioni nelle sezioni che avevano visto la vittoria, tra le proteste, di Nichi Vendola. Il governatore della Puglia aveva infatti sbaragliato l'avversario ex-ministro nelle urne, pur essendo tacciato di numerose scorrettezze soprattutto al sud.
Molti importanti personaggi del panorama post-comunista appoggiavano la mozione perdente, anche questa è stata infatti una nota dissonante nel partito che difficilmente ha trovato in passato la voglia e il coraggio di andare contro i propri leader.
E' dunque caduta l'ala bertinottiana, e lo ha fatto decisamente con fragore, abbandonando dopo 10 anni la posizione di testa del partito in un congresso al cardiopalma, che si è concluso con una virtuale scissione tra coloro che se ne andavano delusi e quelli che rimanevano ad applaudire il Nuovo.
Si prospetta dunque per Rifondazione una nuova stagione, durante la quale i nuovi “capi” dovranno innanzitutto ricompattare un partito uscito letteralmente in pezzi da questo congresso devastante, che ha prima di tutto distrutto il vecchio partito senza ricostruirne uno moderno, laddove c'era più bisogno di innovazione si è abbattuto lo spettro dei brogli e degli intrighi all'italiana. Il secondo punto su cui ci sarà bisogno di molto lavoro è cercare di rilanciare l'ideologia di “sinistra forte”, ad oggi naufragata in un mare di parole e quasi mai supportata dai fatti, in ultimo si dovranno curare di far fronte al grosso calo di voti che ha tirato fuori il partito dal parlamento, costringendolo ad una stagione di sostanziale inattività, che potrebbe esserle fatale.</span>


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ferrero vendola

permalink | inviato da gabriele.gianni il 8/10/2008 alle 22:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio       
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca
Locations of visitors to this page BlogItalia.it - La directory italiana dei blog